Alessandro Profumo

Master Honoris Causa22/07/2013

Alessandro Profumo

7 maggio 2003

Laudatio
Conferimento del Master Honoris Causa in Banca & Finanza
Alessandro Profumo, Amministratore Delegato Unicredito Italiano
7 maggio 2003, Villa Valmarana Morosini, Altavilla Vicentina (VI) 

Motivazione 
 
Alessandro Profumo è Amministratore Delegato di UniCredito Italiano. La sua figura manageriale si intreccia con un percorso aziendale di successo collocato all’interno delle dinamiche concorrenziali che hanno interessato, a partire dagli anni Novanta, l’industria bancaria italiana. 
 
Circa dieci anni fa iniziava l’accelerazione del faticoso processo di ristrutturazione, che ha investito il sistema bancario italiano. Le crisi industriali, la finanza pubblica dissestata, le crisi valutarie e un complesso di leggi e vincoli che avevano indotto una sostanziale inerzia gestionale lo avevano spinto verso condizioni di particolari difficoltà, 
dalle quali si è usciti solo con interventi radicali. Si sono operate incisive 
privatizzazioni; fusioni e aggregazioni ne hanno modificato in profondità la struttura competitiva. Qualche operazione si è dimostrata velleitaria nel suo ottimismo ma, comunque, ristrutturazioni di successo e fallite hanno rimesso in moto un processo di rafforzamento che aveva tardato ad iniziare. Il recupero di competitività si è ottenuto anche se si è ancora lontani dai livelli europei di eccellenza. Le differenze che ancora 
permangono in termini di redditività del capitale indicano chiaramente le sfide che le banche debbono affrontare per recuperare una posizione realmente equilibrata. 
UniCredito rappresenta l’istituto che sistematicamente in questi anni ha mostrato condotte capaci di generare risultati superiori alla media. È anche la Banca che, più di altre, ha avviato un processo originale di riorganizzazioni interne dopo la stagione delle acquisizioni. 
È da questo risultato che si prende spunto per riconoscere e segnalare il rivelarsi di un modello manageriale di riferimento. È quanto si ritiene di dover fare considerando la figura di Alessandro Profumo.
 
Alessandro Profumo, nato a Genova nel 1957, si è laureato in Economia all’Università Bocconi di Milano. 
Ha iniziato la sua carriera lavorativa nel 1977 presso il Banco Lariano. Dopo un decennio di attività nella rete e negli uffici centrali, entra in McKinsey & Company nel 1987 e partecipa allo svolgimento di attività consulenziali nell’ambito di progetti che affrontano tematiche strategiche e organizzative di aziende finanziarie. Nel 1989 si trasferisce alla Bain, Cuneo & Associati dove assume incarichi in progetti di intervento e di analisi in campo finanziario. Nel 1991 si trasferisce alla Ras con la responsabilità del settore bancario e parabancario. In particolare, gestisce lo sviluppo della banca aziendale e delle altre imprese del gruppo operanti nel campo dell’asset management. 
Nel 1994 entra nel Credito Italiano e nel 1997 ne viene nominato Amministratore Delegato per assumere, successivamente, l’attuale carica di Amministratore Delegato di UniCredito Italiano. 
 
Il gruppo UniCredito Italiano nasce nel 1998 a seguito dell’aggregazione di Credito Italiano e Rolo Banca 1473 con Cariverona, Cassa di Risparmio di Torino e Cassamarca. Successivamente entrano a far parte del gruppo: Caritro, Cassa di Risparmio di Trieste e alcune banche dell’est europeo. 
Il gruppo UniCredito Italiano mostra in questo decennio un’evoluzione che ha determinato profonde modifiche nelle dimensioni, nella struttura organizzativa e nell’assetto competitivo, con effetti largamente positivi sui risultati economici. 
 
Si caratterizza per la ricerca di una "nuova" forte identità, che passa anche attraverso, come si riporta nel testo del Bilancio Sociale Ambientale del 2001, "la creazione di una cittadinanza attiva d’impresa che si basa sulla trasparenza, sulla rendicontazione e sul 
dialogo con tutti gli interlocutori diretti e indiretti, fattori che a loro volta generano credibilità, legittimazione e fiducia da parte degli investitori e della società civile". 
Lo sforzo competitivo è stimolato da un sistema di valori di riferimento che danno sostanza alla strategia e vigore all’attività operativa; essi sottolineano come momenti rilevanti:
- la definizione di una forte coesione capace di ricondurre ad unità d’intenti un gruppo nato dall’aggregazione di realtà bancarie profondamente diverse
- la comprensione dei bisogni dei clienti e degli altri interlocutori sociali, in un’ottica di lungo periodo 
- l’innovazione a fronte dei cambiamenti di mercato e d’ambiente 
- la leadership nell’offerta competitiva 
- la qualità delle competenze professionali. 
 
Essi qualificano lo sforzo competitivo dell’intera azienda e riportano all’impulso fornito da Alessandro Profumo nello sviluppo e nella applicazione di una strategia concorrenziale di successo. 
 
Per questi motivi la Fondazione CUOA, con decisione del suo Comitato Tecnico Scientifico, in data 7 maggio 2003 conferisce ad Alessandro Profumo il Diploma Master Honoris Causa in Banca e Finanza.

Documenti scaricabili in formato .pdf: