Gianni Zonin

Master Honoris Causa22/07/2013

Gianni Zonin

6 maggio 2005

Conferimento del Master Honoris Causa in Banca & Finanza 
Gianni Zonin, Presidente Banca Popolare di Vicenza 
6 maggio 2005, Villa Valmarana Morosini, Altavilla Vicentina (VI) 
 
Motivazione 
 
Gianni Zonin è Presidente della Banca Popolare di Vicenza e Presidente della Casa Vinicola Zonin S.p.A. La sua figura professionale si collega ad un percorso imprenditoriale di successo, che si manifesta lungo due direttrici fondamentali: lo sviluppo dell’azienda vinicola, espressione di una lunga tradizione familiare e quello della Banca Popolare di Vicenza, istituto fortemente radicato nel nord-est dell’Italia. 
 
Gianni Zonin è nato a Gambellara (VI) il 15 gennaio 1938. Si diploma in Enologia presso l'Istituto di Conegliano Veneto e successivamente si laurea in Giurisprudenza. 
Sin dalla prima giovinezza partecipa all'attività della famiglia, legata alla terra e alla viticoltura da sette generazioni. 
Quando nel 1967 l'azienda familiare si trasforma in "S.p.A.", con sede a Gambellara, ne assume la Presidenza, a soli 29 anni. 
 
Il costante sviluppo porta la Casa Vinicola Zonin ad ampliare sensibilmente in Italia e negli Stati Uniti d'America i vigneti di proprietà, con l'acquisizione, ad oggi, di quattordici grandi tenute distribuite nelle sette regioni vitivinicole di maggior prestigio per la produzione dei grandi vini di qualità (Veneto, Friuli, Toscana, Piemonte, 
Lombardia, Sicilia, Puglia, oltre agli Stati Uniti), raggiungendo 1.800 ettari di vigneto specializzato. Oggi la casa vinicola Zonin è la più importante azienda vitivinicola privata d’Italia, tra le prime in ambito europeo; ha complessivamente 500 dipendenti e nel 2004 ha fatturato 76 milioni di euro, dei quali circa il 40% sui mercati esteri. 
 
Dal 1997 Gianni Zonin è Presidente della Banca Popolare di Vicenza. Attualmente ricopre anche la carica di presidente della Cassa di Risparmio di Prato e della Nordest  Merchant S.p.A. È consigliere della B.N.L., dell’A.B.I. e dell’Associazione Nazionale delle Banche Popolari. 
 
Come Presidente, ha condotto in questi anni la Banca Popolare di Vicenza ad affrontare le nuove sfide aperte dall’accelerazione del processo di ristrutturazione, che ha investito il sistema bancario italiano. L’azione intrapresa ha consentito lo sviluppo di un percorso che si è dimostrato vincente per la capacità di coniugare in modo efficace 
crescita dimensionale, focalizzazione territoriale e attenzione al cliente. La Banca ha potuto così inserirsi con successo nella ridefinizione di un sistema, del quale le privatizzazioni, le fusioni e le aggregazioni hanno modificato in profondità la struttura competitiva. 
 
La Banca Popolare di Vicenza è un esempio emblematico di condotta competitiva di successo, sviluppata con modalità alternative rispetto a quelle che vedono nella dimensione la leva fondamentale per operare profittevolmente nel business bancario. 
Di queste modalità, il posizionamente competitivo della Banca Popolare di Vicenza è 
ulteriore, significativa testimonianza di validità tanto da corroborare l’emergere di una pratica gestionale eccellente, che interessa istituti bancari italiani ed esteri di media o piccola dimensione. 
Le strategie intraprese ed attuate dalla Banca Popolare di Vicenza hanno saputo far emergere e rendere solida la visione della collocazione locale come motivo di 
successo, grazie alla creazione di relazioni forti e di qualità con il tessuto economico di riferimento. Proprio questi legami fanno assumere al mestiere di banchiere il taglio adatto alle peculiarità del contesto e da questi legami possono emergere flussi di risultato interessanti, come dimostra il caso della Popolare di Vicenza e di altre imprese. 
 
Lo sviluppo della Banca Popolare è stato anche attento ad inserire la banca in circuiti di maggiore spessore economico, utili punti di collegamento con un sistema, che, comunque, assume caratteristiche di marcata globalizzazione e che richiede, quindi, legami, capaci di attivare velocemente la conoscenza di nuovi percorsi evolutivi 
rilevanti per il business bancario. 
 
Il caso della Banca Popolare di Vicenza è anche espressione delle peculiarità del sistema delle banche popolari e segnale dell’importanza della molteplicità dei modelli bancari, soprattutto come nel caso in questione, emergenti da una organizzazione del diritto di proprietà che ha le sue radici in una lunga storia ideale e pratica, che assume 
anche rilievo costituzionale. 
Le problematiche di governance delle Banche Popolari domandano particolari 
attenzioni al management, ma sono capaci, se affrontate con acume e saggezza, di portare a straordinarie forme di coesione e, da qui, di supporto alla gestione strategica ed operativa dell’impresa. 
Il ruolo di Gianni Zonin come Presidente della Banca Popolare di Vicenza si è segnalato come capace di utilizzare questa caratteristica della governance per alimentare un percorso virtuoso di rafforzamento della presenza della banca nella realtà economica del nostro ambiente. 
 
Il profilo professionale di Gianni Zonin si segnala, quindi, per la capacità di progettare e gestire strategie vincenti in ambiti competitivi profondamente differenziati, per lo stimolo fornito a condotte competitive di profonda originalità e per la competenza nella gestione di strutture particolari di governance d’impresa. 
 
Per questi motivi la Fondazione CUOA, con decisione del suo Comitato Tecnico Scientifico, in data 6 maggio 2005, conferisce a Gianni Zonin il Diploma Master Honoris Causa in Banca & Finanza.

Documenti scaricabili in formato .pdf: