Vittorio Colao

Master Honoris Causa25/07/2013

Vittorio Colao

13 giugno 2005

Conferimento Master Honoris Causa of Business Administration 
 
Vittorio Colao
Amministratore Delegato di RCS MediaGroup
 
 
Altavilla Vicentina, 13 giugno 2005, ore 17.00
 

Motivazione

Nel 1986 Vittorio Colao si laurea, con lode, in Economia aziendale, all’Università Bocconi di Milano e nello tesso anno entra in McKinsey Italia come Business Analyst, divenendo Associate nel 1988.
Nel 1989 è Summer associate, Corporate Finance Division di Morgan Stanley International.
Dal 1990 al 1991 è Assistente del Direttore Generale in Arnoldo Mondatori Editore.
Nel 1990 consegue il Master of Business Administration with honoris alla Harvard Graduate School of Business Administration.
Dal 1991 al settembre 1996 è in McKinsey, dove assume ruoli sempre più rilevanti fino a diventare nel 1994 Principal.
Nel settembre 1996 assume la carica di Direttore Generale Operazioni in Omnitel.

Quando, nel mese di luglio del 1999, Vittorio Colao assume la carica di Amministratore delegato, l’allora Omitel ha 8 milioni di clienti, che diventano 10 alla fine dello stesso anno, per raggiungere alla fine del 2000 la cifra di 14.920.000 con un incremento annuale di oltre il 43%. Il fatturato a marzo dello stesso anno è pari a 4.834 milioni di euro.

La crescita dei clienti continua costante durante tutto il periodo della gestione di Vittorio Colao per raggiungere nel giugno del 2004 la cifra di 21.404.000.

Parimenti molto dinamica la crescita di fatturato e del profitto, che raggiungono nel marzo del 2004 rispettivamente 7.596 e 4.025 milioni di euro.

La sfida che l’azienda doveva affrontare era quella di imporsi rispetto all’incumbent nel settore della telefonia mobile.

Così Colao descrive la situazione: “Quando io andai nella Omnitel di allora molte persone descrivevano la missione come una missione impossibile perché obiettivamente c’era uno dei migliori operatori al mondo da andare a sfidare. E quindi ci voleva gioventù, energia, entusiasmo. Con gioventù intendo ovviamente non una caratteristica anagrafica, ma una caratteristica dello spirito. Gioventù vuol dire energia, vuol dire voglia di fare le cose, vuol dire credere nella positività di quello che fai anche se sembra difficile. Gli elementi di successo della nostra organizzazione sono stati: l’orientamento al servizio, la voglia di fare servizio e  l’innovazione”.

Nell’aprile 2001 Vittorio Colao assume la responsabilità della Regione Sud Europa, cui si aggiungeranno, nel 2003, Middle East e Africa. Nell’aprile del 2002 entra a far parte del Board of Directors di Vodafone.

È una nuova sfida di leadership quella di governare e gestire culture diverse per cui “bisogna essere sempre molto, molto rispettosi di quello che è il fine comune e capire qual è il modo migliore per arrivare a un fine comune, non necessariamente quello che nella tua esperienza, nel tuo background, nella tua strada personale ti ha portato là. Questo è il vero ruolo della leadership, cioè bilanciare il rispetto dell’individuo e della cultura delle organizzazioni da una parte, con però anche la spinta a migliorare e a innovare come dicevo prima e a non stare seduti su se stessi”.

La migliore sintesi del suo impegno in Vodafone è la dichiarazione del CEO mondiale quando Vittorio Colao lascia l’azienda, per assumere, nel 2004, il ruolo di Amministratore Delegato di RCS MediaGroup: "Nel suo ruolo di Amministratore Delegato di Vodafone Italia, del Sud Europa, Medio Oriente e Africa e quale membro del Board, Vittorio ha contributo enormemente a trasformare Vodafone in una azienda globale, forte e di successo".

 

Nel suo nuovo ruolo di Amministratore Delegato di RCS MediaGroup, che assume nel mese di luglio del 2004, presenta un piano triennale, che, partendo da un 2004 che è stato un anno di notevoli miglioramenti rispetto al 2003, si propone nel triennio la crescita dei  profitti del 23%, facendo leva sul taglio dei costi e sul recupero dell’efficienza, attraverso l’accorciamento della struttura organizzativa e possibili cessioni di asset e partecipazioni.

 

Dal 2000 è membro dell’Executive Committee di Aspen Institute Italy e dal 2003 dell’Italian Group della Trilateral Commission.

È stato Presidente di Asso Telecomunicazioni dal 2003 al 2005.

Dal 2000 al 2002 è stato consigliere di amministrazione e Presidente del Remuneration Committee di Finmeccanica e dal 2003 consigliere di amministrazione di RAS.

Per questi motivi la Fondazione CUOA, con decisione del suo Comitato Tecnico Scientifico, in data 13 giugno 2005, conferisce a Vittorio Colao il Diploma Master Honoris Causa of Business Administration.

Documenti scaricabili in pdf: