arrow-calendar-next-dayarrow-calendar-nextarrow-calendar-prev-dayarrow-calendar-prevcalendar-addcc-mastercardcc-paypalcc-visacheckclose-positivefooter-faxfooter-markerfooter-phoneglobeinfologo-cuoaorientationsearchsharesocial-cuoa-spacesocial-emailsocial-facebooksocial-feedsocial-flickrsocial-google-plussocial-instagramsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-slidesharesocial-twittersocial-youtubestreet-viewuserwsd
News - Notizie

Mario Draghi alla guida del nostro Paese

Mario Draghi alla guida del nostro Paese

Buon lavoro Presidente

Mario Draghi è il nuovo Presidente del Consiglio dei Ministri.

Ricordiamo con grande piacere e orgoglio il giorno del conferimento del Master Honoris Causa CUOA, il 18 giugno 2010.  

Ricca e visionaria la sua Lectio Magistralis, che ha avuto la generosità di regalare a noi e a tutti gli ospiti in sala: oggi ve la riproponiamo, perchè dopo quasi 11 anni, è di grande attualità rispetto al momento delicato che stiamo attraversando, come territorio e come Paese. 

Vogliamo augurargli un sereno e proficuo lavoro per il bene della nostra splendida e amata Italia, ricordando un passaggio della motivazione di conferimento del nostro Presidente di allora Vittorio Mincato (con Draghi in foto):

"Un curriculum ricco e di grande valore, quello di Mario Draghi, da vero e altissimo uomo delle Istituzioni e dello Stato, che vogliamo proporre come modello professionale di riferimento e di stimolo soprattutto per i giovani che si stanno affacciando al mondo del lavoro e che vogliono investire ancora nella propria formazione".

Con lui al Governo anche altri due esponenti che sono parte del network CUOA:
- il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Daniele Franco
- il Ministro per l’Innovazione Tecnologica e la Transizione Digitale, Vittorio Colao

Buon lavoro da tutti noi!

Lectio Magistralis di Mario Draghi al CUOA

Proponiamo qui le conclusioni della lezione di Draghi al CUOA:
"La crisi ha ribadito l’importanza dell’innovazione. Le aziende che avevano avviato processi di ristrutturazione e investito in ricerca e sviluppo già prima della crisi hanno retto meglio l’urto; presentano oggi le prospettive migliori. Dobbiamo concentrare i nostri sforzi sulla conoscenza, sulla crescita del capitale umano, anche collaborando con le università e i centri di ricerca; dobbiamo favorire la crescita dimensionale delle imprese. 
Il Nord Est deve guardare avanti, alle regioni più avanzate d’Europa e del mondo; è con quelle che deve confrontarsi, in termini di capacità innovativa del suo sistema produttivo, di dotazione di capitale umano, di qualità dei servizi offerti dalle Amministrazioni pubbliche. Tutti i livelli di governo sono chiamati a offrire servizi, regolamentazioni e infrastrutture migliori. 
Il Nord Est è giustamente orgoglioso dei propri successi, ha le capacità umane e imprenditoriali per reagire alle sfide dell’economia mondiale. 
Come l’Italia ha bisogno di un Nord Est dinamico, innovativo, così il Nord Est per competere con i suoi pari ha bisogno di uno Stato che sappia competere con i suoi pari
".

 

L'intervista al Presidente CUOA Federico Visentin

"Conforta rileggere undici anni dopo il valore delle riflessioni che affiorano da queste pagine, perché ci danno concretamente il segno della capacità di analisi e di visione per cui Mario Draghi è così ascoltato e apprezzato.
In particolare, credo che capitale umano sia fra i termini più ricorrenti dell'intera lezione, di certo quello in cui Mario Draghi individua un tratto discriminante della cultura d'impresa del Nordest. Spicca, a questo proposito, il passo dove si legge: "Dobbiamo concentrare i nostri sforzi sulla conoscenza, sulla crescita del capitale umano, anche collaborando con le università e i centri di ricerca; dobbiamo favorire la crescita dimensionale delle imprese".
 

 

Vittorio Colao

Master Honoris Causa CUOA conferito il 13 giugno 2005 dal nostro Presidente di allora Elio Marioni (in foto entrambi con i diplomati MBA 2005), Vittorio Colao, nella sua prolusione, in cui ancora troviamo passaggi molto attuali, sottolineò l'importanza del rigore e del merito:
"Chiedere rigore, esigere rigore nei nostri rapporti di lavoro è sicuramente qualcosa che aiuta ad uscire da una situazione di incertezza; l’integrità dei ruoli e rifuggire dal conflitto di interessi è importante, perché serve a creare fiducia. [...] Esigiamo il merito, chiediamolo nelle aziende, negli enti, nelle fondazioni, nelle scuole, nelle Università; cominciamo a far sì che il merito, nelle istituzioni importanti, sia quello che veramente fa premio sull’individuo, perché il merito sta all’individuo come la concorrenzasta alle aziende".

Daniele Franco

Daniele Franco è Alumnus Master CUOA. 
Ha conseguito il diploma Master CUOA in Organizzazione Aziendale nel 1978
L'11 febbraio 2012 è stato nominato Alumnus dell'anno dalla nostra Associazione Alumni.
In quella occasione, intervenne sul tema L’economia del Nord Est - luci ed ombre, in qualità di Direttore Ricerca Economica e Relazioni Industriali di Banca d'Italia.
(in foto con il Presidente Draghi al CUOA, in occasione del conferimento del MHC il 18 giugno 2010).
 

more_vert close
more_vert close